NLMK Acciaio Quard

Calabria: presentato il nuovo bando relativo al sistema impiantistico regionale dei rifiuti

Si tratta di un provvedimento relativo ad una recente delibera di Giunta, con una progettazione che prevede un investimento di 125 milioni e 855 mila euro.

L’Assessore all'Ambiente Francesco Pugliano ha presentato, il bando relativo ai progetti del nuovo sistema impiantistico dei rifiuti in Calabria, si tratta di un provvedimento relativo ad una recente delibera di Giunta, con una progettazione che prevede un investimento di 125 milioni e 855 mila euro. La prima fase sarà dedicata alla progettazione, poi si passerà alla fase operativa. La progettazione preliminare riguarderà l’impianto di recupero/riciclaggio da ubicarsi nel Comune di Bisignano (CS); l’impianto di recupero/riciclaggio da ubicarsi nel Comune di Reggio Calabria (località Sambatello); l’adeguamento dell’impianto di riciclaggio di Rossano (CS); l’adeguamento dell’impianto di riciclaggio di Gioia Tauro (località Cicerna); l’adeguamento dell’impianto di riciclaggio di Catanzaro (località Alli); l’adeguamento dell’impianto TMB di Crotone (località Ponticelli); l’adeguamento dell’impianto TMB e linea RD di Siderno (RC); l’adeguamento dell’impianto di termovalorizzazione di Gioia Tauro (RC) con annessa realizzazione dell’impianto di inertizzazione delle ceneri. “Con questi interventi - ha dichiarato Pugliano - miriamo ad ottenere la completa risoluzione del problema rifiuti. Sono previsti lavori di ammodernamento su tutto il territorio, da nord a sud. Con il nuovo impianto di Bisignano e la messa in sicurezza di Sambatello potremmo dirci tranquilli e non dovremo chiedere più aiuto a nessuno. È la prima volta che un Ente fa fronte interamente ad una simile spesa. Negli anni passati, tutti e sottolineo tutti, ci siamo lavati le mani sulla questione spazzatura avendo l'alibi del commissariamento. La Calabria – ha aggiunto l’Assessore Pugliano - produce 1.200 tonnellate di rifiuti al giorno e 440 mila l'anno ed oggi senza l'ordinanza firmata dal presidente Scopelliti non sarebbe possibile gestirli. Unica soluzione fino alla realizzazione dei progetti, avendo avuto un rifiuto da tutte le regioni d'Italia, è quella di conferirli all'estero. Entro 6 mesi, inoltre, saranno pronti gli appalti, così risolveremo la problematica del 47% di rifiuti ad oggi per noi impossibili da gestire, sempre che ce lo lascino fare tranquillamente. Ogni volta che cerchiamo una soluzione partono i ricorsi. Anche sull'ordinanza di Scopelliti, che ci ha salvati dalla spazzatura in strada, pende la spada di Damocle di un ricorso del Wwf, che se dovesse essere accolto, ci metterebbe nei guai seri. La nuova progettazione impiantistica - ha concluso l'Assessore Pugliano - ha una valore di 248 milioni e 845 mila euro, da utilizzare in totale. Avremo discariche nuove e più efficienti. Il compost, con gli impianti di compostaggio diventerà finalmente una risorsa e così chiuderemo, finalmente in Calabria, l'intera filiera”. Nel corso della conferenza stampa, inoltre, è stato comunicato dall’Assessore Pugliano lo scorrimento della graduatoria di altri 49 Comuni (dalla posizione 28 alla 76) che hanno partecipato al bando per le “isole ecologiche” con relativo finanziamento.  


Ecomondo 2019