BEI finanzia per 115 milioni il piano di investimenti di A2A

Sostegno ai piani nel settore del ciclo integrato dei rifiuti e della produzione di energia idroelettrica.

La Banca europea per gli investimenti (BEI) e la multiutility A2A hanno sottoscritto un contratto di finanziamento per 115 milioni, con una durata di 15 anni, per la realizzazione di investimenti relativi al ciclo integrato dei rifiuti e alla produzione di energia idroelettrica.

Per quanto concerne il ciclo integrato dei rifiuti (Filiera Ambiente di A2A), gli investimenti oggetto del finanziamento comprendono:

  • interventi sugli impianti di termovalorizzazione dei rifiuti di Brescia e di Milano volti a incrementarne l'efficienza energetica;

  • l’acquisto di mezzi a basso impatto ambientale per la raccolta dei rifiuti nelle aree di Milano, Brescia, Bergamo, Varese e Como;

  • la realizzazione di un nuovo impianto per il recupero del vetro ad Asti.

I progetti relativi alla produzione di energia idroelettrica (Filiera Energia di A2A) si riferiscono invece a interventi di manutenzione e di incremento dell’efficienza energetica di impianti situati in Lombardia e in Calabria.

Tutti i progetti rispondono ai requisiti definiti dalla BEI per l’erogazione di finanziamenti nel settore dell’energia e dell’ambiente; essi, infatti, favoriranno un incremento delle produzioni elettriche da fonti rinnovabili e una più efficiente attività di recupero di materiali, con conseguenti impatti positivi sull'ambiente. Tali progetti porteranno, inoltre, a miglioramenti nella sicurezza e affidabilità dei siti produttivi.

L’accordo sottoscritto oggi è in linea con la strategia finanziaria di A2A volta all’allungamento della durata media del debito, alla riduzione del costo dell’indebitamento e alla diversificazione delle fonti di finanziamento. Esso, inoltre, consolida ulteriormente le relazioni tra il Gruppo A2A e la BEI.


E' la prima volta che ci leggi