Saie diventa biennale

Saie diventa biennale

BolognaFiere guarda al futuro per SAIE e annuncia la biennalizzazione del Salone, con prossimo appuntamento a ottobre 2018, per rispondere all’evoluzione in atto nel mondo delle costruzioni e allinearsi alle tendenze internazionali.

La 52esima edizione del SAIE, Salone internazionale dell’edilizia e delle costruzioni, che si è chiusa sabato 22 ottobre a Bologna dando appuntamento ad aziende e visitatori ad ottobre 2018, è stata molto positiva registrando una crescita a doppia cifra (+ 10%).

I numeri di SAIE 2016: oltre 1.000 espositori, oltre 70.000 le visite, più di 250 eventi, 170 prodotti novità presentati dalle aziende, 114 delegazioni di buyer provenienti da 4 continenti che hanno dato vita a circa 300 incontri b2b. Sono stati più di 2.000 i professionisti che hanno partecipato agli incontri di formazione organizzati direttamente da SAIE, a cui si aggiungono le migliaia di professionisti che hanno seguito le iniziative promosse nell’area di Acca, in quelle di Logical Sacert e di All Digital Smart Building e nello spazio “La fabbrica delle Idee” di Federbeton.

Sono segnali estremamente positivi quelli che abbiamo registrato a chiusura di SAIE 2016: incremento delle aziende e degli operatori - dichiara Antonio Bruzzone, Direttore Generale BolognaFiere – e, fondamentale, un importante contributo dei protagonisti del settore, che si sono confrontati, in questi giorni, sulla ripresa del settore e sulle strategie da adottare per far si che i segnali che il mercato rileva, diventino il traino della nuova stagione delle costruzioni. L’annuncio della biennalizzazione del Salone – prosegue Bruzzone – è stato accolto con entusiasmo dagli espositori che, da alcuni anni, evidenziavano la necessità di allinearsi alle grandi fiere internazionali dell’edilizia. SAIE avrà un concept espositivo articolato in percorsi che guideranno il visitatore attraverso i mercati attuali e futuri del mondo delle costruzioni, sarà il luogo di dibattito e crescita verso una nuova industria del settore e nuove professioni. Un SAIE protagonista di una nuova cultura dell’industrializzazione, fra digitale e circolare”.

Sicurezza sismica e del territorio, innovazione con ricadute dirette su nuove tecnologie e soluzioni. Questi i filoni che hanno caratterizzato l’edizione 2016 di SAIE con un faro puntato sulla digitalizzazione e sulla normativa, con attenzione ai temi della sostenibilità e dell’ambiente. I quattro giorni di SAIE sono stati aperti dalla presentazione del Rapporto Congiunturale e Previsionale del Cresme. Sul tema della sismica accanto alle voci dell’accademia e alle soluzioni delle aziende è arrivato a Bologna Kit Miyamoto a portare la sua esperienza a valle dell’impegno dello studio specializzato in ingegneria sismica.

Il successo dell’edizione appena conclusa e l’annuncio della cadenza biennale di SAIE hanno trovato riscontro positivo da parte delle principali associazioni di categoria del mondo delle costruzioni e subito incassato il consenso degli espositori e delle aziende.


Ecomondo 2017