Pressa che ti passa

Pressa che ti passa

CLS ha preso parte alla scorsa edizione di Ecomondo, registrando un grande interesse di pubblico per le soluzioni proposte dall’azienda. In quella cornice, Recycling Industry ha avuto il piacere di intervistare Michele Calabrese, Marketing and Product Manager di CLS.

Dr. Calabrese, ci può descrivere di cosa si occupa CLS?

CLS è un’azienda al servizio della piccola e grande impresa italiana, per soluzioni e servizi nelle scelte di movimentazione dei materiali e della logistica. Ci presentiamo sul mercato con un’offerta unica che punta su efficienza, qualità e sicurezza, grazie alla forza del nostro servizio di assistenza ed alla capacità di offrire una consulenza d’alto livello in settori ed applicazioni tra le più eterogenee. Per entrare nello specifico dei prodotti offerti, CLS è distributore dei carrelli Hyster in tutt’Italia e dei carrelli Yale per le Province di Milano e Bergamo, ed è anche rivenditore autorizzato dei sistemi di trasporto per porti, interporti ed hub del marchio MAFI e delle presse per imballaggio HSM.

In quest’ultimo settore, quello delle presse, siamo entrati a seguito dell’acquisizione di ORMIC - azienda italiana produttrice di presse per imballaggio, e all’accordo per la distribuzione esclusiva dei prodotti HSM, azienda tedesca leader nel settore delle presse per imballaggio. La gamma HSM comprende varie tipologie di prodotti in grado di ottimizzare la gestione dei rifiuti in termini di costi, tempo ed efficienza grazie alla tecnologia all’avanguardia che li accomuna: presse verticali, orizzontali automatiche e semiautomatiche, macchine “dewatering” e trituratori per la distruzione di documenti. Strategici all’interno della nostra offerta sono inoltre i servizi: dalla consulenza per la progettazione di impianti completi di selezione all’assistenza multimarca, la cui forza risiede nell’esperienza di team tecnici disponibili su tutto il territorio italiano.

L’espansione in questo ambito si inserisce all’interno di una strategia aziendale volta a offrire prodotti all’avanguardia e servizi di qualità sull’intero territorio nazionale. Grazie al nuovo posizionamento, CLS è in grado di soddisfare le esigenze di clienti di ogni dimensione, dalle piccole e medie imprese fino ai grandi centri per la raccolta differenziata, inserendosi trasversalmente su settori diversi: dal printing al food, con un’attenzione particolare per il green. 

In occasione di Ecomondo avete presentato al grande pubblico la pressa HSM VK8818R-FU. Ci può presentare il macchinario?

Si tratta di una pressa orizzontale continua per la compattazione di PET, cartone e rifiuti in genere. Questa macchina, dotata di perfora-bottiglie estraibile e di controllo in frequenza dei motori pompa uniti a logiche costruttive semplici e innovative, consente la produzione di balle con altissima efficienza. Dimensioni appositamente studiate e peso specifico tra i più elevati della categoria consentono di ottenere con le balle prodotte la massima saturazione dei camion in peso e volume, consumando fino al 40% di energia in meno rispetto alle macchine convenzionali.

Per questo motivo, questa pressa è stata acquistata da Nappi Sud, che la utilizzerà per compattare tutte le tipologie di materiali, in particolare il PET. Nappi Sud è un’azienda di recupero e selezione rifiuti con sede a Battipaglia: l’azienda tratta annualmente 100.000 tonnellate di rifiuti, in termini di raccolta, trasporto, recupero e smaltimento (sia rifiuti urbani che speciali, pericolosi e non).

Oltre alla pressa venduta a Nappi, quali altre novità avete presentato in fiera? 

Presso il nostro stand abbiamo esposto la pressa verticale HSM VP 860L, un’interessante innovazione che consente la riduzione dei costi di logistica delle balle di materiale da imballaggio. Questa macchina è infatti studiata affinché durante la compattazione vengano formate nette scanalature che permettono l’inforcamento della balla senza la necessità di utilizzare alcun bancale.  

In aggiunta, abbiamo esposto anche un carrello elevatore Hyster dotato di pinza per la movimentazione di balle di rifiuti.


Ecomondo 2017

FOTOALBUM