Tiger HS 640 per separare la frazione organica dal packaging

Tiger HS 640 per separare la frazione organica dal packaging

La macchina ideata e brevettata dalla Cesaro Mac Import è un separatore per eccellenza.

Nasce per risolvere l’arduo problema di dividere la frazione organica dalle confezioni su diverse tipologie di rifiuti alimentari. Ad oggi le applicazioni in cui trova impiego sono molte, in primis in impianti di biogas e compostaggio, ma anche nel trattamento dei rifiuti derivanti da supermercati, mense e grande distribuzione e nell’industria alimentare.
Tiger HS 640 è una macchina all in one: non necessita di tramogge di carico esterne, essendo dotata essa stessa di una tramoggia di carico, facilmente raggiungibile da una qualsiasi pala gommata. Lunga circa 5.5 m e larga 2,5, ha un’altezza regolabile che le permette di entrare in qualsiasi impianto funzionante e adattarsi alle caratteristiche dell’impianto esistente.
È in grado di separare la frazione organica dalle confezioni, quali tetra pak, vasetti, buste, plastica, bottiglie, lattine, banda stagnata, carta, ecc. La macchina è in grado di lavorare sia a secco che ad umido. Aggiungendo liquidi (ad esempio percolati, acque di lavorazione o acqua di rete), grazie ad un processo esclusivamente meccanico e funzionando come un omogeneizzatore, la macchina riesce a lavorare il materiale separando le confezioni dalla sostanza umida.
Inoltre, potendo variare le quantità di liquidi di processo la Tiger HS640 si può adattare a qualsiasi tipologia impiantistica, sia esso un impianto di biogas con tecnologia a umido o a secco, o ad impianto di compostaggio.
Introdotta negli impianti di digestione anaerobica, è in grado di eliminare le plastiche e le impurità presenti nel materiale da immettere nel digestore garantendo un funzionamento ottimale dello stesso e riducendo i fermi impianto per la rimozione delle plastiche e delle confezioni che normalmente entrano quando a monte non c’è una buona separazione. Negli impianti di compostaggio, assicura un compost finale dal basso contenuto di plastiche ed impurità, potendo, in alcuni casi, eliminare la raffinazione. Nella pulizia dei sovvalli di ricircolo (lavorazione a secco) permette di recuperare il rifiuto organico che è stato tritovagliato e destinato a finire in discarica permettendo un risparmio nei costi di smaltimento e assicurando un guada-gno dal recupero di ulteriore rifiuto organico per la produzione di biogas.
Tiger HS 640, essendo molto versatile, trova applicazioni anche nell’industria alimentare e dei detersivi, dove ad esempio, è in grado di recuperare e riciclare le confezioni di detersivi che non passano il controllo qualità, permettendo un notevole risparmio di spese di smaltimento ed evitando un inutile spreco di materiale idoneo ad essere commercializzato.
La macchina è totalmente elettrica e priva di qualsiasi dispositivo idraulico. La produzione oraria del Tiger HS 640 varia dalle 8 alle 12 tonnellate/ora di materiale in ingresso, con punte che possono raggiungere le 16 o addirittura 18 tonnellate all’ora di materiale (a seconda della composizione del materiale da trattare).
Le oltre 50 installazioni all’attivo in tutto il mondo evidenziano l’eccezionale capacità di adattamento della macchina in vari campi di applicazioni.


Link

Ecomondo 2017

FOTOALBUM