Camec
Vaglio mobile Hextra Ecostar

Con Remida Food recuperate e redistribuite 187 tonnellate di alimenti invenduti

In Italia ogni anno circa 240 mila tonnellate di cibo, del valore di oltre 1 miliardo di euro, restano invendute nel retro dei negozi di alimentari e nella grande distribuzione. E da qui vengono avviate a smaltimento, nonostante sarebbero in grado di sfamare 600mila persone assicurando loro 3 pasti al giorno per un anno.
A Reggio Emilia, per limitare questo enorme spreco, dal 2007 è attivo il progetto Remida Food che permette di recuperare i prodotti alimentari non più commercializzabili, ma ancora perfettamente salubri, per metterli gratuitamente a disposizione di enti e organizzazioni del territorio che li distribuiscono a persone bisognose.

I vantaggi generati dal progetto Remida Food, coordinato da Comune e Provincia di Reggio Emilia per trasformare uno spreco in risorsa preziosa per la comunità, sono molteplici e vanno al di là dell'approvvigionamento gratuito di cui usufruiscono gli enti beneficiari e i loro assistiti. 
Il progetto permette infatti alla grande-media distribuzione di evitare gli sprechi educando al riciclo e riuso, ottimizzando le risorse e la logistica. Per le pubbliche amministrazioni si tratta di dare applicazione al principio di sussidiarietà, facilitare e fare governance per l'attivazione di una pratica virtuosa ed educativa, di sollecitare forme di sostegno indiretto al territorio e non ultimo di abbattere il quantitativo di rifiuti. Partner del progetto sono l'Ausl, che svolge interventi di formazione rivolti ai volontari per garantire elevati standard di sicurezza igienico-sanitaria agli alimenti, e Iren Emilia che concede uno sconto tariffario ai supermercati sulla parte variabile della tariffa rifiuti. 
Dal 2007, anno di nascita, il progetto Remida Food è cresciuto in maniera esponenziale, passando per il territorio comunale di Reggio Emilia dalle 37 tonnellate del primo anno alle 97 tonnellate del 2009. Per il territorio provinciale dalle 43 alle 151 tonnellate del 2009 fino alle 187 del 2011. A livello provinciale con il progetto Remida Food in quattro anni sono state donate 600 tonnellate di derrate alimentari.


Minini