Generac al lavoro per la costruzione della linea 4 della Metropolitana di Milano

Generac al lavoro per la costruzione della linea 4 della Metropolitana di Milano

Per l'abbattimento delle polveri durante i lavori è stato utilizzato un cannone Generac.

La TBM (Tunnel Boring Machine) è arrivata alla Stazione Susa, completando nei tempi previsti un nuovo tratto di galleria della M4, la nuova metropolitana di Milano.
La “talpa Stefania”, come l’aveva battezzata il sindaco Sala, era infatti partita il 19 aprile scorso dal cantiere della stazione Argonne e in 14 giorni ha realizzato i 256 metri di galleria che separano le due stazioni, procedendo nello scavo 7 giorni su 7, 24 ore al giorno.

La talpa, oltre che scavare con un diametro di 6,36 metri ad una profondità media di 15 metri, ha posato i 183 anelli di calcestruzzo che compongono la galleria dispari della tratta. 
Ad oggi sono così completati circa 4 km della prima galleria, realizzata fra Linate e piazzale Susa, attraverso le fermate Quartiere Forlanini, Forlanini Fs e Argonne.

Per l'abbattimento delle polveri durante le fasi del tunnelling è stato utilizzato un cannone per l'abbattimento delle polveri della Generac. Il Dust Fighter DF 7500 è un cannone per l’abbattimento della polvere con una copertura massima di 40 metri, ideale per aree di lavoro di piccole e medie dimensioni. 


Ecomondo 2017

FOTOALBUM