La spugna che assorbe il petrolio

La spugna che assorbe il petrolio

Oleo Sponge è un tessuto che assorbe oli e idrocarburi dispersi nell’acqua.

Il Laboratorio Nazionale di Argonne negli Stati Uniti, ha inventato un tessuto assorbente che come una spugna è in grado di assorbire petrolio e idrocarburi fuoriusciti in acqua (corsi d’acqua, fiumi, mari e oceani). Il tessuto non solo assorbe facilmente gli inquinanti, ma è riutilizzabile. Come una spugna, una volta che è impregnato dei liquidi inquinanti, può essere strizzato e riutilizzato. Inoltre, è in grado di assorbire inquinanti non solo in superficie ma anche sott’acqua.

“La Spugna Oleo offre una serie di possibilità che, per quanto sappiamo, sono senza precedenti", ha detto il co-inventore Seth Darling, uno scienziato del Centro Materiali di Argonne e membro dell'Istituto di Ingegneria Molecolare dell'Università di Chicago.

Durante i test effettuati in un gigantesco serbatoio di acqua marina chiamato Ohmsett, National Oil Spill Response Research & Renewable Energy Test Facility, Oleo Sponge raccolse con successo il gasolio e il greggio sia sotto che sopra la superficie dell'acqua.

"Il materiale è estremamente robusto. Abbiamo eseguito decine di centinaia di prove, riutilizzando il materiale che non si è mai rotto ", ha detto Darling.

Gli sviluppi del prodotto sono vari e non riguardano solo le emergenze dovute a disastri ambientali. "Oleo Sponge potrebbe anche essere utilizzato in modo ordinario per pulire le acque dei porti, dove il diesel e il petrolio tendono ad accumularsi dal traffico navale”, ha dichiarato John Harvey, dirigente per lo sviluppo commerciale con la divisione Technology Development and Commercialization di Argonne.

Gli studiosi stanno finendo di mettere a punto questo prodigioso materiale che potrebbe rivoluzionare la bonifica e la pulizia di acque contaminate da idrocarburi o altri inquinanti.


SUM 2018

FOTOALBUM