CAMEC 2021
Il piano rimozione macerie delle Marche

Il piano rimozione macerie delle Marche

Oltre 275mila le tonnellate al momento stimate dal Piano macerie regionale dopo che 28 Comuni hanno risposto alla richiesta della Regione e hanno presentato i piani comunali rimozione macerie. 

275,482 le tonnellate complessive stimate, 50 mila le macerie già rimosse e portate nei tre siti di raccolta individuati dalla Regione negli scorsi mesi: area Unimer ad Arquata del Tronto, area località Piane di Chienti a Tolentino gestita da Cosmari s.r.l., località Stallo, ex cava a San Ginesio sito gestito dalla Cosmari, capannone industriale a Monteprandone gestito da Picenoambiente. 

Restano da completare, tra gli altri, i piani di rimozione che devono arrivare o essere integrati dai Comuni di Muccia, Bolognola, Castorano, Arquata del Tronto, Ussita, Visso e Castelsantangelo sul Nera. Molti di questi sono ovviamente i più complessi da realizzare proprio in relazione alla dimensione del danno subito.

"Una volta completati i piani di questi Comuni le tonnellate tenderanno a crescere in misura molto notevole – spiega il presidente della Regione Luca Ceriscioli - La Regione continuerà ad affiancare questi Comuni nella stesura delle schede. La rimozione delle macerie sta procedendo a pieno ritmo già da marzo. Le potenzialità saranno incrementate ancora di più anche una volta completata la seconda area dell’impianto di Piane di Chienti di Tolentino in corso di realizzazione da parte del Cosmari. La rimozione delle macerie procede sulla base della disponibilità che i gestori hanno di raggiungere e caricare le macerie dai vari siti, resi accessibili dalle ordinanze dei sindaci e dunque delle eventuali demolizioni degli edifici pericolanti o strade da mettere in sicurezza. Inoltre ci sono diversi Comuni con aree particolarmente complesse spesso coinvolte da frane. Una volta ricevuti tutti i piani comunali delle macerie e dunque stabilita la reale quantità da rimuovere, la Regione procederà ad individuare un cronoprogramma con i gestori".

Ecco i comuni e le tonnellate stimate arrivate agli uffici regionali.  

Belforte del Chienti

0,00

 

Montalto delle Marche

1.150,00

 

Rapagnano

100,00

Fiuminata

0,00

 

Offida

0,00

 

Amandola

40.800,00

Serrapetrona

380,00

 

Colli del Tronto

0,00

 

Ortezzano

150,00

Castelraimondo

5.050,00

 

Grottammare

0,00

     

San Ginesio

23.868,00

 

Montegallo

61.200,00

     

Camerino

20.330,00

 

Appignano del Tronto

2.070,00

     

Colmurano

2.465,00

 

Castorano

0,00

     

Pieve Torina

8.413,00

 

Roccafluvione

16.524,00

     

Gualdo

8.850,00

 

Acquasanta Terme

46.580,00

     

Poggio S. Vicino

500,00

           

Apiro

1.500,00

           

San Severino Marche

25.252,00

           

Muccia

200,00

           

Bolognola

             

Visso

             

Cessapalombo

10.100,00

           
               

TOTALE

106.908,00

 

TOTALE

127.524,00

 

TOTALE

41.050,00

               

275.482,00

 


Minini Big Bag