NLMK Acciaio Quard
Camec

Jaguar Land Rover, nuovi progetti di recupero e riciclo

Due progetti avviati dal costruttore automobilistico mettono in primo piano l'impegno per l'ambiente con il recupero dell'alluminio e del poliuretano.

Jaguar Land Rover, nuovi progetti di recupero e riciclo

Jaguar Land Rover Automotive, il maggior costruttore automobilistico britannico, ha presentato due progetti per il recupero dei materiali. 

Il primo progetto, da due milioni di sterline, denominato REALITY, consente di riutilizzare a circuito chiuso l'alluminio proveniente dalla rottamazione dei veicoli trasformandolo nelle scocche di nuovi veicoli Jaguar Land Rover.

Il secondo progetto, chiamato "dai rifiuti alle onde" "from waste to wave", è lo studio e la realizzazione di tavola da surf realizzata con plastica riciclata.

Reality: fa rinascere l'alluminio nelle automobili di nuova produzione

REALITY si basa sul programma REALCAR, che reimpiega, a circuito chiuso, le migliaia di tonnellate di scarti di alluminio provenienti dai processi produttivi. Oggi anche l'alluminio proveniente da altre fonti, inclusa la rottamazione dei veicoli può essere riqualificato e "rinascere" nella produzione di nuovi veicoli. Questo esclusivo sistema di riciclo a circuito chiuso dell'industria automobilistica, contribuisce a sviluppare il modello di economia circolare in grado di assicurare vantaggi sia economici sia ambientali.

REALCAR è nata come partnership tra Jaguar Land Rover, Innovate UK, Novelis, Norton Aluminium, Stadco, Brunel University London, Zyomax and Innoval Technology. Il progetto originale ed il relativo lavoro con i fornitori, ha consentito a Jaguar Land Rover di recuperare oltre 75.000 tonnellate di scarti di alluminio, reimpiegati poi nella produzione 2016/17. 

La realizzazione del riciclo a circuito chiuso dell'alluminioha comportato processi chimici all'avanguardia, nuove infrastrutture ed un investimento di oltre 13 milioni di sterline. Questo processo è alla testa di una nuova cultura che tratta i materiali di scarto come una materia prima di gran valore. La qualità rimane assoluta ed il programma valuta la qualità dell'alluminio a livello di chimica e di microstruttura per aumentarne la tolleranza al riciclo. Il programma REALITY continuerà a produrre significativi vantaggi in termini di sostenibilità poiché il riciclo risparmia il 95% dell'energia richiesta per la produzione dell'alluminio primario.

 

From waste to wave: il poliuretano usato nella creazione dei primi modelli di studio di un veicolo sarà  trasformato in tavole da surf e paddleboard

Il materiale plastico giacente in una discarica può impiegare fino a 500 anni per decomporsi. Il progetto della tavola da surf fa parte di una più ampia iniziativa Land Rover denominata "second life", e ne sostiene la strategia a lungo termine mirata alla totale eliminazione degli sprechi. Mentre ogni anno vengono scaricate negli oceani 8 milioni di tonnellate di plastica, che per decomporsi impiega centinaia di anni, Jaguar Land Rover ha incrementato il proprio impegno verso l'eliminazione totale degli scarti, creando una gamma di tavole da surf interamente costituite di plastica riciclata.

La tavola è stata realizzata in collaborazione con la SkunkWorks Surf Co - una società del settore che si impegna a minimizzare l'impatto ambientale - per essere poi messa alla prova sulle coste dell'Irlanda del Nord da Lucy Campbell, la campionessa inglese di surf. La tavola da surf è stata costruita con le esatte dimensioni (5'7 x 18 3/8 x 2 3/16) volute dalla Campbell, attualmente impegnata a gareggiare nel circuito internazionale. La tavola è dotata di bordi in fibra di carbonio dalla prua e di una striscia in carbonio dalla poppa, che le conferiscono ulteriore robustezza, ma con la flessibilità richiesta per le manovre più impegnative.

Il poliuretano è impiegato nella costruzione dei modelli in argilla a grandezza naturale dei veicoli, che vengono realizzati a mano durante le fasi iniziali di progettazione dei nuovi veicoli. Il polimero costituisce lo "scheletro" del modello, che abitualmente viene distrutto dopo il lancio della vettura, mentre l'argilla viene riciclata e reimpiegata sul posto. Ora Jaguar Land Rover recupera tutta la plastica, che viene tagliata in blocchi pronti per una seconda vita come tavola da surf o paddleboard.


Iscriviti newsletter

FOTOALBUM