VTN Europe. A different way
Lo stato dell'arte delle acque reflue in Europa

Lo stato dell'arte delle acque reflue in Europa

La nuova relazione sul trattamento delle acque reflue dell'UE mostra un miglioramento significativo negli Stati membri dell'UE-13

Con il 95% delle acque reflue raccolte e l'89% trattato nel 2014, i tassi di conformità con le norme dell'UE sulle acque reflue rimangono molto elevati, sebbene leggermente inferiori rispetto all'ultimo periodo di riferimento. La ragione è che i dati di tre grandi Stati membri, le cui prestazioni sono inferiori alla media, sono stati inclusi per la prima volta nella relazione della Commissione sull'attuazione delle norme UE sul trattamento delle acque reflue. Tuttavia, le tendenze di attuazione sono generalmente positive, in particolare per i paesi dell'UE-13, dove la situazione è notevolmente migliorata negli ultimi tre periodi di riferimento. 

Per questo report, che copre più di 23.000 paesi e città, è stato utilizzato uno strumento open-source che consente l'elaborazione e la diffusione automatizzata e standardizzata dei dati. Ciò ha migliorato significativamente la qualità dei dati e la loro verifica.

Attualmente non vengono raccolte le acque reflue urbane di 11 milioni di abitanti equivalenti e quelle di ulteriori 41 milioni non vengono adeguatamente trattate. Ciò dimostra che ci sono ancora aree in cui l'infrastruttura deve essere costruita o migliorata. Gli 11 500 progetti in corso o previsti che gli Stati membri segnalano nei loro programmi nazionali di attuazione contribuiranno in qualche modo a ridurre il divario di conformità.

Il finanziamento e la pianificazione rimangono una grande sfida, nonostante gli ingenti investimenti dei fondi strutturali dell'UE: circa 10 miliardi di EUR vanno alle infrastrutture per il trattamento delle acque reflue.

L'industria idrica è un importante motore per la crescita economica, creando una produzione annuale e un valore aggiunto di circa 137 miliardi di EUR e oltre 600.000 posti di lavoro correlati. Il settore contribuisce anche all'economia circolare attraverso il riciclaggio dei nutrienti, i fanghi di depurazione e il riutilizzo delle acque reflue e la produzione di energie rinnovabili attraverso l'applicazione di nuove tecnologie a livello di trattamento.


Allegati

Ecomondo 2018