NLMK Acciaio Quard
Camec
Cancellata IFAT 2020

Cancellata IFAT 2020

La prossima edizione dal 30 maggio al 3 giugno 2022.

La pandemia COVID-19 ha un impatto enorme, anche sull'industria globale delle tecnologie ambientali. In consultazione con il Comitato esecutivo del Comitato consultivo degli espositori e i partner concettuali dell'IFAT, Messe München ha condotto un sondaggio tra gli espositori dell'IFAT, rivelando che la maggior parte degli intervistati è contraria a partecipare l'IFAT dal 7 all'11 settembre 2020.

Inoltre, le limitazioni annunciate dal governo tedesco prevedono che fino alla fine di agosto 2020 non sarà possibile realizzare eventi e manifestazioni. Pertanto è stato deciso di annullare IFAT 2020.

“Un IFAT 2020 sicuro e di successo per tutti gli interessati, questa era la nostra principale preoccupazione. A causa di circostanze ancora imprevedibili, questo obiettivo purtroppo non è più realizzabile, anche per la nuova data ", spiega Stefan Rummel, amministratore delegato di Messe München.

La fiera era già stata rinviata da maggio a settembre. “Cancelliamo anche la data alternativa con un peso sul cuore. Il prossimo IFAT si svolgerà dal 30 maggio al 3 giugno 2022 ", afferma Rummel. Anche in questo periodo turbolento, Messe München e il team IFAT si considerano partner del settore: “Continueremo a sviluppare e integrare digitalmente la nostra piattaforma al fine di aggiungere nuovo slancio al settore ambientale, sia nella nostra sede di Monaco che in a livello internazionale.”

 

Una chiara opinione del settore

La decisione si basa su intense discussioni con le associazioni del settore, i partner e molti espositori di tutti i segmenti dell'IFAT. E un recente sondaggio ha confermato questa opinione. Il sondaggio tra tutti gli espositori registrati alla fiera è stato condotto online nella settimana dopo Pasqua. Hanno preso parte 1.933 rappresentanti degli espositori da tutto il mondo. Il 64 percento ha dichiarato di ritenere ingiustificabile tenere IFAT a settembre 2020 a causa della crisi del coronavirus (737 intervistati) o che vorrebbe fermarsi a causa delle basse aspettative di successo della fiera (507 intervistati). L'85% degli intervistati non prevede che il settore delle tecnologie ambientali si riprenda economicamente prima della prima metà del 2021.


Ecomondo 2020