INDECO
CAMEC 2021
Mistral Plus per un recupero completo

Mistral Plus per un recupero completo

La Cier di Castelnuovo Vomano si è dotata di una nuova macchina per la selezione ottica dei rifiuti Pellenc ST per massimizzare la resa dell’impianto.

La CIER (Compagnia Italiana di Ecologia e Riciclaggio) ha ampliato l’impianto di riciclaggio di Castelnuovo Vomano con una nuova linea per il recupero delle frazioni di PET.

L’azienda, che già dispone di due macchine selezionatrici Mistral DVI Pellenc ST, si è affidata nuovamente alla casa produttrice francese acquistando una Mistral Plus che consentirà di recuperare ulteriormente quelle frazioni che erano scartate garantendo un riciclo completo dei rifiuti in PET.

Recycling Industry ha intervistato Massimiliano Montani, il nuovo Direttore Commerciale Italia, per comprendere meglio le caratteristiche della macchina.

Dr Montani, lei è il nuovo Direttore Commerciale Italia dall’inizio del 2021. Come si sente a prendere il posto di Beppe Eliantonio, una figura molto conosciuta nel settore?

Beppe è andato in pensione e noi di Pellenc ST lo ringraziamo per la qualità del suo lavoro e la sua professionalità. È stato un attore chiave del mercato italiano e ha promosso il posizionamento di Pellenc ST come leader di mercato in Italia negli ultimi 15 anni. Grazie a lui, è stato possibile sviluppare e migliorare la qualità della raccolta differenziata dei rifiuti in Italia e, più in generale, dell'economia circolare locale. Gli dobbiamo molto e non sarà facile sostituirlo. L’ho affiancato negli ultimi 10 anni come team leader.

Avete da poco installato una nuova Mistral Plus per ammodernare l’impianto Cier in provincia di Teramo. Ci può spiegare meglio come questa implementazione aiuterà l’impianto ad essere più performante?

La Cier di Castelnuovo Vomano è nostro cliente già da diversi anni. Nell’impianto per il recupero di materie plastiche lavorano due Mistral DVI da 7 anni. L’ultima necessità del cliente era ottimizzare gli scarti e recuperare completamente le frazioni di PET che andavano perse in precedenza. Abbiamo così ampliato la linea principale di preselezione del PET con una nuova Mistral Plus che rimuove dal flusso del PET gli inquinanti come vaschette, metallo e colori non desiderati.  Abbiamo realizzato una nuova linea completa di Mistral+ dotata di nastro e cassone. La nuova selezionatrice ottica riceve il materiale scartato dalle due Mistral DVI, che sono a monte del processo, e non fa altro che ottimizzare la selezione e recuperare al 100% il PET che è stato scartato e che può essere utilizzato in altre fasi di lavorazione.

Quali sono le peculiarità della selezionatrice ottica Mistral Plus?

Abbiamo programmato la macchina per soddisfare pienamente le richieste del cliente. La peculiarità è che è stata programmata per andare a soffiare esclusivamente bottiglie. I sensori di cui è dotata sono in grado di fare la discriminazione tra bottiglie di PET e vaschette di PET, oltre naturalmente ad essere dotata di sensore per i metalli che impedisce alla macchina di selezionare (soffiare) bottiglie contaminate da metalli o ad esempio bottiglie che contengono blister di medicinali all’interno.

Mistral Plus è dotata di un sistema nervoso centrale (CNS), ossia una piattaforma elettronica e software progettata per integrare sensori e tecnologie. Questo nuovo motore di selezione rafforza il concept di scalabilità di Mistral+, aiutando i clienti a tenerla costantemente aggiornata. Il CNS amplia le applicazioni di selezione e permette di differenziare materiali più complessi, come ad esempio di separare le bottiglie di PET e le vaschette, oppure di distinguere la carta dal cartone.

Dr. Montani, come si è chiuso il 2020 per Pellenc ST e come crede che sarà il mercato in Italia nel 2021?

Per noi il 2020 è stato un anno molto positivo e crediamo che lo sarà anche il 2021. Quest’anno sarà facilitato dall’industria 4.0 e quindi dagli sgravi fiscali ad essa collegati. Inoltre, un altro dato importante è che la raccolta differenziata è in continua crescita in tutta Italia. Noi di Pellenc ST stiamo continuando a realizzare tanti impianti in Italia e questi sono sempre più complessi e performanti. Il settore del riciclo dei rifiuti e dell’economia circolare è in assoluta crescita sotto tutti i punti di vista.


Minini Big Bag