NLMK Acciaio Quard

In arrivo a Ferrara i cassonetti 'parlanti'

Entro la fine del mese nel capoluogo estense saranno istallati in tutta la città nuovi contenitori per i rifiuti: più eleganti, dotati di pannelli informativi e con QR code da fotografare con il cellulare per collegarsi al Rifiutologo (la guida alla raccolta differenziata).

Grazie al progetto “Decoro Urbano”, messo a punto dal Gruppo Hera e dal Comune di Ferrara, nel capoluogo estense entro marzo arriveranno nuovi contenitori stradali per i rifiuti. Si tratta di arredi urbani di nuova concezione, più gradevoli dal punto di vista estetico e soprattutto, capaci di ‘dialogare’ con i cittadini che li usano. Saranno dotati, infatti, di pannelli intercambiabili, per veicolare messaggi sul corretto conferimenti dei rifiuti, e di QR code. Fotografando l’immagine del codice a barre con lo smartphone, infatti, ci si collega direttamente al Rifiutologo di Hera, la guida per raccolta differenziata (che ha anche una specifica app e un sito: www.ilrifiutologo.it).
Il progetto, tra i pochi esistenti in Italia, vuole rendere ancora più vivibile e accogliente Ferrara, senza intaccare l’aspetto che l’ha resa famosa come città d’arte e patrimonio mondiale Unesco. Cercando, allo stesso tempo, di stabilire un filo diretto con i cittadini.

Colori e nuove funzioni: ecco come saranno
I contenitori in arrivo per carta, plastica, indifferenziato, organico e vetro, saranno di due colori diversi: in metallo zincato, che andranno a comporre le 130 isole ecologiche di base nelle grandi strade di accesso e nelle principali vie di Ferrara, e cassonetti color grigio antracite, nelle zone di maggior pregio urbanistico in una decina di isole ecologiche. 
Entrambi i modelli, oltre al QR code, hanno un aspetto nuovo e particolare: sono dotati di un pannello brevettato, intercambiabile, con messaggi educativi sul corretto conferimento dei rifiuti che puntano ad aumentare la sensibilità dei cittadini verso il benessere ambientale della propria città.
Gli eleganti contenitori sono frutto di un accurato studio creativo dell’agenzia Klein Russo, condiviso con gli esperti ambientali di Hera, che hanno fornito un importante contribuito grazie ad anni di esperienza nel campo della raccolta dei rifiuti.

Ferrara, capitale delle sperimentazioni di sostenibilità
Il progetto Decoro Urbano s’inserisce in un percorso più articolato, che Hera ha portato avanti nel capoluogo estense al fine di aumentare e migliorare la raccolta differenziata. Pochi mesi fa, infatti, è stata presentata alla città anche una nuova spazzatrice elettrica a impatto acustico quasi zero, in servizio nel centro storico rinascimentale di Ferrara, patrimonio mondiale Unesco. Il rumore emesso dalla macchina è paragonabile a quello di un frigorifero domestico (65 decibel) e la pulizia sostenibile, oltre all’aspetto acustico, prevede anche l’abbattimento dell’equivalente di emissioni di C02 di 40 automobili. 


Link

SUM 2020