Sima dealer Lindner fiere WME Ecomed
CAMEC tecnologie riciclaggio rifiuti
Polirecuperi si rinnova

Polirecuperi si rinnova

Rivoluzione 4.0 nel settore ambientale: POLIRECUPERI introduce tecnologie avanzate, integrate tra loro, per rendere il centro di gestione dei rifiuti ancora più efficiente e sostenibile.

L’introduzione di un sistema integrato innovativo nel quale coesistono molteplici tecnologie avanzate, finalizzate ad accrescere l’efficienza dei processi, la sostenibilità ambientale e il livello di sicurezza, ha proiettato il centro di gestione rifiuti di POLIRECUPERI nell’era 4.0. Il complesso, che sorge a Cornaredo (su19.600 mq di terreno, di cui 9.975 mq coperti, suddivisi su 4 capannoni), appare oggi come uno tra i più moderni e avveniristici in Italia.

POLIRECUPERI è una società dell’hinterland milanese che opera nel settore ambientale dal 1984 rispondendo puntualmente e con precisione alle richieste di committenti privati e pubblici. È specializzata nel recupero, trasporto, stoccaggio e trattamento di rifiuti riciclabili e non riciclabili in un bacino territoriale che abbraccia le provincie di Milano, Novara, Varese, Como, Pavia, Lodi, Monza e Brianza.

Nata come realtà familiare, nel corso di quattro decenni l’impresa ha continuato a crescere e ad evolversi tanto da guadagnare la fiducia dell’utenza, ottenere le certificazioni UNI EN ISO 9001:2008 (sistema di gestione per la qualità) e UNI EN ISO 14000:2004 (sistema di gestione ambientale) e diventare un punto di riferimento del settore.

Nel 2010 POLIRECUPERI ha installato un impianto fotovoltaico da 313 Kwp per la produzione di energia elettrica da fonte solare, rendendo il centro di gestione rifiuti autosufficiente dal punto di vista energetico.

Sulla scia della sostenibilità ambientale, dell’efficientamento e della volontà di dare nuova vita ai materiali “scartati”, sono stati compiuti ulteriori passi in avanti.

Gli investimenti hanno riguardato l’approvvigionamento di macchinari di ultima generazione volti a incrementare le percentuali di recupero dai rifiuti, e quindi ottenere materie prime seconde da reimpiegare per i vari usi, dalla carta ai metalli.

Inoltre, negli scorsi mesi Te.si.s., partner aziendale specializzato nella progettazione e realizzazione di impianti tecnologici integrati e di automazione, ha rinnovato il complesso di POLIRECUPERI nella sua interezza, realizzando un sistema domotico evoluto che, totalmente interconnesso e controllabile da remoto su base IP attraverso fibre ottiche, ingloba illuminotecnica, videosorveglianza, prevenzione incendio, risparmio energetico, comunicazione e attività operativa.

Sistema di illuminazione sostenibile

Per l’illuminazione è stato scelto il sistema smart KNX DALI (Digital Addressable Lighting Interface) che permette un controllo automatizzato intelligente delle luci: dotato di sensori di prossimità e luminosità, è in grado di regolare l’intensità della luce in base alle attività e alla collocazione. Tali varianti di utilizzo impattano positivamente sull’ambiente perché riducono il consumo energetico. L’intero circuito luci è controllato da uno schermo touch screen da cui si può gestire anche una singola lampada, tramite il quale inoltre si possono riconoscere eventualmente guasti.

Sistema di videosorveglianza intelligente

È un sistema di videosorveglianza a garantire la massima sicurezza di personale, attrezzature, macchinari e locali. Le sue telecamere dispongono di due ottiche: una tradizionale e una termica che, con assoluta precisione e nitidezza, è in grado di identificare un corpo in movimento anche a grande distanza rilevandone il calore emesso. Inoltre all’ingresso del centro di Cornaredo è stata posizionata una telecamera a 8 punti, ovvero munita di 8 lenti interne, che monitora le aree del cancello, di accesso ed esterne. Quanto “catturato” da tutti gli occhi elettronici viene riportato sui monitor (4 megaschermi da 65 pollici, per un totale di 260 pollici) alloggiati nella control room e tramite l’intelligenza artificiale analizzati per prevenzione di incendi e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Gestione antincendio

Tutta la struttura può contare su un sistema integrato di prevenzione incendio, che viene suddiviso in tre step.

  1. Le telecamere termiche del sistema di videosorveglianza trasmettono un avviso pop-up sui monitor della control room laddove vengano superati i 60 °C.
  2. Un cavo termosensibile protetto da una lamella d’acciaio, collocato lungo le pareti degli edifici, fa scattare il primo vero allarme di incendio con sirene al superamento di 88 °C.
  3. I sensori di fiamma, presenti in ogni capannone e che rilevano il fuoco, attivano un sistema di spegnimento automatico che prevede lo scarico di un estinguente di tipo gassoso non tossico ed ecologico capace di interrompere la combustione e soffocare il legame tra comburente e combustibile. La soluzione adottata è capace di spegnere le fiamme senza erogazione di acqua, il cui utilizzo, diversamente, potrebbe generare problematiche per la presenza di quadri elettrici. Il sistema di spegnimento automatico evita dunque lo spreco di acqua (in un caso di questo tipo stimato in almeno 280mila litri), risorsa fondamentale per l’uomo e necessariamente da preservare.

Rete dati – Fibra ottica

L’intero sistema installato da Te.si.s. è interconnesso e controllabile da remoto su base IP attraverso fibre ottiche, che convergono al locale tecnico centrale. Per la sua realizzazione sono stati posati cavi in fibra ottica ad alta banda per un totale di 5,7 km.

«Il livello di automazione, sicurezza, controllo e sostenibilità ambientale che abbiamo raggiunto è rivoluzionario - dichiara il Dott. Mauro Gaburri, CEO di MEGA s.r.l. holding che detiene la partecipazione totale di Polirecuperi -. Il sistema integrato di cui ci siamo dotati rappresenta infatti un incredibile avanzamento tecnologico nel nostro settore: oltre a permetterci di semplificare i processi di gestione e di monitorare le molteplici operazioni svolte durante le attività, ci qualifica tra le realtà italiane più innovative ma soprattutto sostenibili. I sistemi “smart” introdotti garantiscono un elevato efficientamento energetico e un basso impatto ambientale, e unitamente ai processi di recupero materiale con cui trasformare i rifiuti in risorse, affermano la nostra volontà di continuare lo sviluppo e la crescita aziendale in ottica green e nel rispetto della salvaguardia dei territori».


CESARO nuova griglia trituratore industriale Inventhor Doppstadt recycling