CAP EVOLUTION
CAMEC tecnologie riciclaggio rifiuti

Il robot Recycleye smista 1.600 oggetti all'ora nell'impianto rifiuti Valtris

VALTRIS e Recycleye hanno completato con successo il loro primo progetto di selezione robotizzata in Belgio.

Il robot Recycleye smista 1.600 oggetti all'ora nell'impianto rifiuti Valtris

VALTRIS, il centro di selezione DMR della regione belga di Charleroi, ha annunciato il successo dell'installazione e della messa in funzione di un robot per la selezione dei materiali riciclabili all'interno di un flusso di rifiuti. Grazie all'intelligenza artificiale (AI), in collaborazione con l'azienda britannica Recycleye, questo è stato il primo investimento di VALTRIS nella selezione robotizzata, che rappresenta un reale valore aggiunto in termini di selezione e recupero di un maggior numero di materiali riciclabili. Si tratta inoltre della prima installazione della tecnologia automatizzata Recycleye in Belgio.

Il robot Recycleye utilizza la visione computerizzata e l'intelligenza artificiale per individuare e selezionare automaticamente i rifiuti. Questa tecnologia è stata installata alla fine della linea di selezione di VALTRIS, tra l'apparecchiatura di selezione automatizzata esistente e i raccoglitori manuali alla fine della linea dei residui. Installata nel giugno 2023 e seguita da una fase di messa in funzione durata alcune settimane, la soluzione di selezione robotizzata è stata messa a punto per garantire un alto tasso di cattura dei materiali riciclabili.

In pratica, questo robot utilizza la computer vision per individuare e smistare automaticamente i materiali riciclabili. Scansiona il flusso dei rifiuti con un sistema di telecamere e l'intelligenza artificiale consente al robot di identificare il tipo di materiale in questione. Una volta selezionato il materiale, il robot lo ricircola nella linea di smistamento per seguire una seconda volta il percorso di smistamento automatico, riducendo la perdita di materiale prezioso.

Posizionata alla fine del processo di selezione sul flusso residuo di VALTRIS, la soluzione di selezione robotizzata è stata progettata per selezionare due categorie di materiali: i materiali riciclabili, in particolare il PET trasparente, e tutti gli altri materiali ancora recuperabili dal flusso residuo. "Sapevamo che nel flusso residuo c'erano ancora materiali riciclabili e, anche se c'è una tolleranza per le perdite, volevamo contribuire a una migliore circolarità dei materiali recuperandone il più possibile", spiega Thomas Dalla-Riva, responsabile del centro di smistamento VALTRIS.

La priorità è stata data al recupero del PET trasparente dal flusso dei rifiuti, con il robot che utilizza l'intelligenza artificiale per identificare le bottiglie in PET trasparenti avvolte in un manicotto. Mentre la tecnologia di differenziazione ottica vede solo l'involucro e non il materiale dell'imballaggio, il robot Recycleye, dotato di intelligenza artificiale, è pienamente in grado di identificare che l'imballaggio è una bottiglia in polietilene tereftalato. Il robot è in uso presso il centro di smistamento, operativo 24 ore al giorno, 5 giorni alla settimana.

Il robot si è dimostrato in grado di smistare circa 1.600 oggetti all'ora, con un tasso di purezza di circa il 92% sul PET trasparente e con una disponibilità del 98%, grazie a una manutenzione quotidiana semplice e veloce. Inoltre, i dati catturati dalla telecamera vengono utilizzati per produrre dashboard che aiutano a identificare le tendenze dei rifiuti trattati, fornendo informazioni utili.

VALTRIS ha scelto di investire in questa tecnologia non solo per garantire il già elevato livello di purezza dei rifiuti selezionati, ma anche per migliorarlo. L'utilizzo del robot ha inoltre contribuito ad assorbire più materiale nei periodi di maggiore affluenza. Nei periodi di sovraccarico di materiale, questa tecnologia ha tolto parte del carico di lavoro manuale ai circa 100 addetti del centro di smistamento.

"Volevamo anche alleggerire il carico di lavoro dei nostri addetti allo smistamento, potendo smistare automaticamente le grandi quantità di imballaggi presenti nel flusso e generare dati su ciò che smistiamo per aiutarci a identificare le tendenze", afferma il responsabile del centro di smistamento. Nonostante le notevoli prestazioni del robot, il lavoro di cernita manuale svolto quotidianamente dal personale rimane essenziale per raggiungere gli obiettivi di purezza della cernita.

Recycleye, leader mondiale nelle apparecchiature di selezione e analisi AI per la gestione dei rifiuti, ha lavorato a stretto contatto con gli ingegneri di VALTRIS e Susty Wastes Solutions (SWS), integratori specializzati in impianti di trattamento dei rifiuti, per progettare una soluzione specifica per la selezione di bottiglie in PET trasparenti e altri rifiuti recuperabili dalla linea di residui del centro di selezione.

Recycleye AI, che è stato installato in centri di selezione nel Regno Unito e in altre parti d'Europa, è preciso quanto l'occhio umano. Utilizza un database unico di immagini di rifiuti reali per individuare con precisione i materiali da selezionare. L'intelligenza artificiale è in grado di rilevare e smistare oggetti come la plastica nera, che sono molto difficili da individuare con altre tecnologie di differenziazione. È anche in grado di distinguere tra oggetti fatti dello stesso materiale, come lattine e aerosol di alluminio.

Commentando il successo del progetto, Thomas Dalla-Riva, Responsabile del Centro di Smistamento VALTRIS, ha dichiarato: "Siamo molto soddisfatti di aver portato a termine con successo questo primo progetto di AI e di vedere i risultati ottenuti finora in termini di purezza e disponibilità, dimostrando il valore tangibile della selezione robotizzata per VALTRIS, come complemento alla selezione manuale ancora essenziale."

Christophe Parrot, responsabile delle vendite di Recycleye, ha dichiarato: "Questa installazione dimostra il valore reale dello smistamento robotizzato automatizzato in

termini di efficienza e qualità della produzione. La robotica di Recycleye aggiunge valore non solo in termini di selezione dei rifiuti ancora recuperabili, ma anche aiutando a identificare le tendenze dei rifiuti, di cui VALTRIS sta già beneficiando".


Cesaro Inventhor con griglia MO.BA