Camec

Giretto d'Italia in bici 2013, ecco i risultati

Vincono Venezia, Bolzano e Schio. Buone le performance dei ciclisti in Emilia-Romagna, a Reggio 74,4% di spostamenti.

Crescita costante di bici nei centri urbani italiani ed in quelli medi e piccoli ben il 50% degli spostamenti è a pedali. È questo uno dei dati di 'Giretto d'Italia 2013', il Campionato della ciclabilità urbana di Legambiente, Fiab, Città in bici, una competizione a cui hanno partecipato 23 Comuni e che ha visto vincitrici Bolzano, Schio e Venezia, che si sono aggiudicate la maglietta rosa. A Bolzano e Schio più di 7 persone su 10 hanno usato la bicicletta per andare a scuola o al lavoro, e il numero assoluto di ciclisti rispetto alle due edizioni precedenti del Giretto è aumentato in ogni comune in gara, a testimoniare la crescita costante delle bici in città.

La sfida si è svolta monitorando, la mattina di un normale giorno lavorativo (ieri appunto), quanti mezzi a pedali e quanti a motore hanno varcato i check-point allestiti per l'occasione in vari punti dei comuni suddivisi ai fini della classifica in tre categorie - grandi (oltre 200.000 abitanti), medi (tra 80 e 200.000 abitanti) e piccoli (meno di 80.000).

Il conteggio, effettuato nell'arco delle ore stabilite, ha permesso di assegnare il ruolo di leader delle tre diverse categorie al centro urbano con la percentuale più alta di utilizzo della bicicletta rispetto al mezzo a motore. In generale sono passati attraverso i varchi delle 23 città della sfida oltre 30mila ciclisti e sono molti i comuni che hanno incrementato notevolmente la ciclo mobilità.

La maggioranza delle città medie e piccole, riferisce Legambiente, hanno rilevato una percentuale di mezzi a pedale rispetto a quelli motorizzati superiore al 50%, un dato straordinario che dimostra che l'uso della bici in alcune realtà italiane è oramai un'abitudine, e premia lo sforzo di coloro che investono nella mobilità sostenibile.


HARDOX SSAB