Ama e La Sapienza firmano un accordo di collaborazione

Scambio reciproco di competenze sia in ambito formativo che nello sviluppo di programmi di ricerca su temi inerenti l’ambiente e la gestione dei rifiuti.

È stato firmato lunedì 20 maggio  dal Presidente di Ama Piergiorgio Benvenuti e dal Preside della Facoltà di Architettura dell’Università “La Sapienza” Prof. Renato Masiani un accordo quadro, della durata di quattro anni, che pone le basi per una collaborazione futura tra i due enti. 
L’accordo prevede uno scambio reciproco di competenze sia in ambito formativo che nello sviluppo di programmi di ricerca su temi inerenti l’ambiente e la gestione dei rifiuti.

Nello specifico, Ama e la Facoltà di Architettura intendono collaborare in attività di formazione per facilitare l’inserimento degli studenti nel mondo del lavoro e nell’organizzazione di esperienze didattiche finalizzate alla specializzazione professionale, al perfezionamento e all’aggiornamento dei laureati. A tal scopo, l’accordo quadro prevede l’assegnazione di borse di studio e l’organizzazione di stage e tirocini presso Ama, attivati attraverso l’utilizzo del gestionale tirocini dell’Università “La Sapienza” tramite la piattaforma Jobsoul. 
Il progetto mira inoltre ad incoraggiare l’organizzazione di convegni, seminari e workshop sulle attività scientifiche di comune interesse e la partecipazione dei due soggetti a programmi di ricerca regionali, nazionali ed europei. Per attuare i contenuti dell’accordo è prevista l’istituzione di un comitato scientifico congiunto che si occuperà di individuare e programmare le iniziative e le attività a cui dare vita.

“Architettura –  sottolinea il Presidente di Ama, Piergiorgio Benvenuti –  nel 2010 è stata la prima facoltà universitaria a sottoscrivere con Ama, nell’ambito del progetto “Grandi Utenze”, un accordo specifico per il conferimento e il ritiro dei materiali riciclabili grazie al quale è stato possibile sensibilizzare gli studenti sull’importanza della raccolta differenziata dei rifiuti. L’accordo sottoscritto oggi costituisce una nuova sfida perché la collaborazione si potrà estendere, proficuamente, anche al versante didattico e scientifico”.

“All’interno della Sapienza – osserva il preside Renato Masiani – Architettura è una comunità frequentata da 8mila studenti. Noi vogliamo trovare occasioni di contatto con il sistema produttivo locale e fornire ai nostri laureandi un ampio spettro di contenuti professionalizzanti. Poiché la tutela dell’ambiente e le attività produttive legate alla gestione dei rifiuti richiedono la formazione di competenze specifiche e riguardano professionalità diverse, come quelle che noi siamo tenuti a preparare, l’accordo quadro sottoscritto oggi per noi è estremamente interessante.”


E' la prima volta che ci leggi