Biomasse in Trentino: un Piano di Azione e nuovi strumenti di sensibilizzazione

Si chiude il progetto europeo BIO-EN-AREA incentrato sulla ricerca di nuovi approcci, strategie e metodologie per lo sfruttamento delle biomasse e tramite il quale è stato finanziato il nuovo Piano di Azione per le Biomasse.

Biomassa

La biomassa, ovvero l’insieme dei prodotti organici vegetali e animali utilizzati a fini energetici, rappresenta attualmente circa la metà (dal 44 al 65%) dell’energia rinnovabile consumata nell’UE. Anche in provincia di Trento, le biomasse rappresentano, dopo l’energia idroelettrica, la fonte rinnovabile localmente più utilizzata. Il legno da foresta, inteso nelle sue varie forme (residui dalle operazioni di taglio, scarti di prima/seconda/terza lavorazione, legna da ardere) è senza dubbio l’elemento principale, ma non bisogna sottovalutare le potenzialità energetiche delle fonti agricole ed agroindustriali (settore zootecnico, FORSU, potatura della vite e del melo).

L’importanza del Piano di Azione per le Biomasse

Le biomasse sono delle fonti energetiche locali che rappresentano un elemento indispensabile per far fronte alla crescente dipendenza delle importazioni in campo energetico. Inoltre, essendo fonti energetiche rinnovabili, il loro sfruttamento permette una significativa  riduzione delle emissione di gas a effetto serra. Per questi motivi, il Piano di Azione per le Biomasse (BAP) della provincia di Trento, che sarà un allegato del nuovo Piano Energetico Ambientale Provinciale 2014‐2020, rappresenta una delle soluzioni principali per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento energetico e la sostenibilità dell’energia in Trentino.

Primi strumenti per gli utenti/cittadini

Il Piano di azione entrerà in vigore nei prossimi mesi ma sono già state realizzate alcune prime azioni di comunicazione e sensibilizzazione (video, brochure, sito internet…) rivolte a cittadini e utenti. Infatti, il coinvolgimento e la consapevolezza dei cittadini è, in questo  specifico ambito, una delle sfide principali.

Il Progetto BIO-EN-AREA e il BAP

Il progetto BIO-EN-AREA ha come obiettivo principale la condivisione di soluzioni innovative tra regioni europee in materia di bioenergie, considerate non solo come  fonti alternative di energia ma anche come catalizzatori di sviluppo locale.  Il progetto, coordinato  dalla regione spagnola di Castilla y Leon, si avvale della collaborazione di altri sei partner di progetto provenienti,  oltre all’Italia, dall’Irlanda, dalla Svezia, dall’Estonia e dalla Grecia. Il progetto intende scambiare buone pratiche ed esperienze tra le varie regioni ed i territori  coinvolti nel progetto, per arrivare, come èstato fatto in  Provincia di Trento, alla definizione  di un Piano d’Azione Provinciale per  le  Biomasse, al suo interno verranno evidenziati gli obiettivi e le strategie provinciali per lo sviluppo delle Biomasse. Il piano presenta anche alcuni scenari strategici e proposte d'intervento al fine di ottimizzare l'utilizzo  della biomassa locale trentina e lo sviluppo della filiera locale. Per maggiori informazioni:

www.bioenarea.eu 

www.energia.provincia.tn.it/ricerche_progetti/-­progetti_europei/pagina18.html 


E' la prima volta che ci leggi