NLMK Acciaio Quard
Camec

Intesa tra Regione Veneto e Carabinieri su controlli trasporto transfrontaliero rifiuti

La giunta veneta ha formalmente impegnato un importo di 40 mila euro a sostegno delle attività connesse all’attuazione del Protocollo d’Intesa tra la Regione e il Comando dei Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente per migliorare l’efficacia e l’efficienza complessiva dei controlli e delle attività di vigilanza in materia di tutela ambientale, con particolare riferimento al trasporto transfrontaliero dei rifiuti. Il provvedimento, di cui è stato relatore l’assessore regionale all’ambiente Maurizio Conte, prevede una stretta collaborazione con il Gruppo Tutela per l’Ambiente di Treviso, con cui l’intesa è stata sottoscritta nei mesi scorsi.

Nel caso di movimentazione di rifiuti, le regole comunitarie prevedono che le spedizioni siano soggette a notifica preliminare. La normativa a livello nazionale stabilisce che le autorità competenti, tenute ad effettuare i controlli, siano le Regioni e le Province autonome e che il personale del Comando Carabinieri Tutela Ambiente è autorizzato ad effettuare ispezioni e verifiche. La Regione del Veneto, da parte sua, si serve dell’ARPAV per la raccolta dei dati sulla gestione dei rifiuti nel suo complesso, comprendendo anche il trasporto transfrontaliero.

Per attuare in modo coordinato e organico i controlli, è stata già rinnovata questa intesa con i Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente, attraverso la quale sono definite procedure condivise in tema di accertamento delle violazioni, che serviranno anche ad ottimizzare il sistema di controllo per contrastare i crimini ambientali nell’ambito del territorio regionale. Il miglioramento della gestione e del controllo delle attività connesse alla tutela dell’ambiente è finalizzato inoltre alla prevenzione di infiltrazioni da parte della criminalità organizzata.

“L’obiettivo comune – ha sottolineato l’assessore Conte – è quello di garantire la massima trasparenza in queste operazioni. E proprio per una maggiore incisività dell’azione a tutela dell’ambiente, le professionalità del personale dell’istituzione regionale e dei Carabinieri operano sul campo in stretta sinergia”.


Iscriviti newsletter