VTN Europe. A different way
Pulizia delle strade e sgombero della neve a IFAT

Pulizia delle strade e sgombero della neve a IFAT

I servizi di pulizia e spazzamento invernale delle strade devono garantire pulizia, sicurezza ed efficienza delle vie di trasporto, senza trascurare l’aspetto economico. I fornitori di macchine, sistemi e servizi rispondono a queste esigenze con nuove soluzioni. Gli operatori del settore troveranno una panoramica completa al salone di tecnologie ambientali IFAT, che si terrà a Monaco di Baviera dal 5 al 9 maggio 2014.

Quando si spargono prodotti antigelo sulle strade, la premessa deve essere sempre la stessa: tanto quanto basta per garantire la sicurezza del traffico nelle condizioni atmosferiche date e, al tempo stesso, per contenere l’impatto ambientale e i costi. Frank Diedrich dell’associazione delle aziende costruttrici di macchine e attrezzature per le municipalizzate EUnited Municipal Equipment è consapevole del fatto che “produttori e utilizzatori hanno un interesse comune a sviluppare mezzi spargisale capaci di distribuire il prodotto con la massima omogeneità e uniformità possibile.” Per valutare la qualità dello spargimento, finora in Europa venivano utilizzati metodi differenti. EUnited ha sviluppato un test unico valido per tutti i Paesi, la cui particolarità è che i mezzi vengono collaudati in un capannone. “In questo modo possiamo valutare le modalità di spargimento senza l’influsso del vento o di altre condizioni atmosferiche, confrontando diverse tipologie di distribuzione della sostanza antigelo,” spiega Diedrich.

Fino a oggi i test venivano effettuati solo con prodotti solidi, ma i comuni utilizzano sempre più frequentemente soluzioni miste con componenti liquidi. Quando la formazione di spesse lastre di ghiaccio o forti precipitazioni nevose lo rendono necessario, i mezzi spargono sale antigelo ad alta efficacia, mentre in condizioni normali viene utilizzata una soluzione salina più economica. Secondo

 

 

 

Diedrich, entro la prossima IFAT sarà possibile analizzare anche la qualità di distribuzione dei prodotti antigelo liquidi.


Secondo l’associazione delle aziende municipalizzate (Verband Kommunaler Unternehmen-VKU), lo spargimento di soluzioni saline liquide è estremamente efficiente contro la formazione di lastre di ghiaccio, perché non utilizza grani di sale che possono essere facilmente spostati dal passaggio dei veicoli o dal vento. In questo modo, con una quantità minore di sale, si ottiene un effetto di scioglimento altrettanto buono.
Un altro contributo all’efficienza del servizio invernale è dato dai termometri installati sui mezzi, che misurano con grande precisione la temperatura del manto stradale per aiutare l’operatore a dosare la giusta quantità di prodotto. Inoltre, sempre più comuni utilizzano sistemi professionali di meteo stradale. “I costi aggiuntivi generati da misurazioni dettagliate e previsioni meteorologiche affidabili vengono ammortizzati velocemente. Grazie a questi dati, infatti, le risorse limitate di personale, macchine e materiali possono essere impiegate in modo più mirato,” spiega un tecnico della VKU.


Soprattutto nelle grandi città tedesche si osserva un altro fenomeno interessante: sempre meno ciclisti si fanno scoraggiare dalle condizioni delle strade nell'utilizzo dei loro “cavalli d'acciaio”. Aumenta quindi la domanda di piste ciclabili ben spazzate. A questa esigenza rispondono novità tecnologiche recenti che consentono di allestire facilmente mezzi di sgombero compatti per svolgere operazioni di spazzamento e spargimento. Oltre alle dimensioni compatte dei mezzi, un altro punto critico riguarda il peso: secondo le norme tedesche sul traffico stradale, marciapiedi e piste ciclabili possono essere percorsi solo da veicoli con un peso inferiore a 3,5 tonnellate. I nuovi mezzi multifunzione soddisfano tutti questi requisiti.


Per ridurre al minimo le emissioni di gas e il rumore, i comuni e le aziende municipalizzate si affidano sempre più a mezzi e macchine azionati da motori a metano, elettrici o ibridi. Se in passato i mezzi elettrici avevano limiti di raggio d’azione o durata del servizio, oggi secondo la VKU l’evoluzione delle batterie e degli accumulatori consente di costruire mezzi per la pulizia delle strade

 

 

 

 

completamente elettrici, in grado di operare per un’intera giornata senza alcuna ricarica. Diverso il discorso per i soffiatori di foglie: già da tempo la versione elettrica, grazie alla maggiore autonomia delle batterie, si è affermata sui rumorosissimi concorrenti a benzina.


Anche nella pulizia delle strade prosegue la diffusione della tecnologia di navigazione satellitare, che consente, ad esempio, di raccogliere dati precisi durante il servizio, utili in caso di problemi, contestazioni o cause civili per danni.


Pratica ormai diffusa e comune in molti settori dell’economia, l’assicurazione della qualità è da qualche tempo entrata anche nel mondo della pulizia delle strade, dei servizi invernali di sgombero della neve e in altri servizi municipali. Rüdiger Reuter dell’INFA (l’istituto tedesco per la gestione dei rifiuti, delle acque reflue e delle infrastrutture) dice a tal proposito: “L’obiettivo è ottenere risultati ripetibili e costanti nella gestione delle attività, oltre a migliorare l'attenzione
degli addetti alla qualità in generale e la qualità della pulizia, e quindi la soddisfazione dei clienti.” I dati ricavati dalle attività di assicurazione della
qualità possono inoltre essere sfruttati per sensibilizzare l’opinione pubblica e la politica sul tema della qualità. Per la raccolta continua, standardizzata e sistematica dei dati relativi alle condizioni di pulizia, trattamento e cura delle strade è disponibile un pratico software per PC e dispositivi mobili (Personal Digital Assistant, PDA).


La prossima IFAT dedicherà alla pulizia delle strade e ai servizi invernali un'area espositiva di circa 15.000 metri quadrati nei padiglioni C3 e C4 e nell’area esterna.


Link

Ecomondo 2018