VTN Europe. A different way
4S: la nuova serie di trituratori industriali modulari a 4 alberi

4S: la nuova serie di trituratori industriali modulari a 4 alberi

Quattro alberi sono meglio di due alberi: parola di SatrindTech.

SatrindTech ha presentato all’IFAT di Monaco la nuova serie di trituratori industriali 4S. Si tratta della nuova famiglia di trituratori elettrici a 4 alberi che si aggiunge alla già vasta gamma dei prodotti.

Il nuovo trituratore 4S è declinato in 12 versioni per offrire una modularità di scelta adatta a molteplici industrie ed esigenze. I vari modelli sono pensati per processare materiali come carta, cartone, plastica, rifiuti ospedalieri, legno e prodotti post consumer in alluminio e plastica, imballaggi e tanto altro.

La macchina è volta a tutte quelle applicazioni dove si rende necessario controllare il volume finale del materiale processato. La flessibilità della nuova linea SatrindTech inizia da diverse possibilità di motorizzazione:

  • 4S 30: 2 motori da 15 CV
  • 4S 40: 2 motori da 20 CV
  • 4S 50: 2 motori da 25 CV
  • 4S 60: 2 motori da 30 CV

Ogni modello è disponibile con tre diverse soluzioni di capienza per la camera di triturazione:

  • 700×700 mm
  • 1000×700 mm
  • 1200×700 mm

La personalizzazione si ottiene giocando sulle dimensioni della griglia di selezione e sullo spessore delle lame così da ottenere la dimensione del materiale richiesta.

A livello di gestione, la macchina è dotata di un PLC di gestione e controllo, con componenti che, nell’ambito di un progetto legato alla Industria 4.0, consentono la comunicazione e il controllo della macchina in linea con le più avanzate esigenze dell’Internet of Things.

La rivoluzione di questa serie di trituratori inizia dalla manutenzione. Forti dell'esperienza e di un costante confronto con partner e clienti, l'obiettivo che l’azienda si è posta in fase di progettazione e sviluppo è stato quello di facilitare e ridurre al minimo le tempistiche di manutenzione sulla macchina. Il corpo macchina, infatti, è stata concepito secondo un modello componibile e ricomponibile attraverso una serie di moduli. In poco tempo, e con poche operazioni, è possibile passare dal modello 4S7/30 al modello 4S12/60.

Oltre a questa facilità di montaggio, i designer hanno introdotto anche un'altra innovazione che permette di accelerare la ripresa delle operazioni nel momento della sostituzione dei set lame: i componenti usurati o in necessità di affilatura possono essere rimossi dalla camera senza smontare le lame per venire sostituiti con altri già provvisti di lame nuove. La semplicità di tale operazione rappresenta una grande innovazione in quanto la famiglia 4S è la prima serie di trituratori sul mercato con questa caratteristica.


Sardinia Symposium 2019

FOTOALBUM