Indeco IMP
CAMEC 2021
IBT Group, leader nelle turbine per la cogenerazione, sbarca in Polonia

IBT Group, leader nelle turbine per la cogenerazione, sbarca in Polonia

Le soluzioni Capstone saranno distribuite per la prima volta in Polonia attraverso una rete di vendita diretta e selezionati sub-distributori

IBT Group, azienda di Treviso specializzata in soluzioni per il risparmio energetico e partner esclusivo per l’Italia di Capstone - leader ed unico produttore al mondo di turbine a gas con tecnologia “oil free” e zero emissioni - ha annunciato il suo accordo con l’azienda americana per la distribuzione delle sue turbine nel mercato Polacco.

Tutte le soluzioni Capstone - con potenze da 30 kW a 5 MW per impianti di cogenerazione ad alto risparmio energetico - saranno infatti distribuiti per la prima volta in Polonia da IBT Group attraverso una rete di vendita diretta e selezionati sub-distributori.

"Nei paesi dell’Est Europa si presenta una forte crescita della domanda di impianti di cogenerazione. In particolare, in Polonia il Governo ha adottato una politica energetica per il raggiungimento della produzione di 47.900 GWh di elettricità da impianti di cogenerazione entro il 2030. Grazie a 13 anni di expertise in questo settore, puntiamo a diventare anche in Polonia market leader nella nicchia tecnologica della micro-cogenerazione a turbina” ha commentato Ilario Vigani, Presidente di IBT Group.

Dopo l’apertura nel 2007 di una sede a Klagenfurt in Austria, l’azienda continua, infatti, la sua espansione in Europa con un business plan triennale che prevede l’installazione di un totale di 10 MW nell’Est Europa entro il 2015, potenza che costituirebbe circa il 20% del giro di affari del Gruppo che punta a chiudere il 2013 con un fatturato di 12 milioni di euro.

Un futuro più verde quindi per la Polonia che potrà beneficiare dalle innovative soluzioni per il risparmio energetico sviluppate da IBT Group e Capstone, che si caratterizzano sin dalla loro fondazione per una scelta etica di tutela dell’ambiente. Si calcola, infatti, che le oltre 6.500 installazioni di turbine Capstone nel mondo abbiano fatto risparmiare ad oggi 3 milioni di tonnellate metriche di CO2 e che se, per esempio, 9 grandi strutture quali hotel, ospedali, stabilimenti produttivi, ecc., che utilizzano ingenti quantità di energia in una grande città come Varsavia, passassero dal prelevare energia dalla rete ad un mix di fonti di energia pulite - cogenerazione, solare o altra fonte rinnovabile - si potrebbe risparmiare oltre 1 miliardo di dollari e ridurre le emissioni di CO2 di circa 8,2 milioni di tonnellate ogni anno.

Nello specifico, IBT Group commercializzerà anche in Polonia le sue innovative applicazioni ideate per assicurare la massima efficienza dell’impianto di cogenerazione per alcuni specifici settori, tra cui: il comparto hospitality (hotel, wellness e piscine, ospedali e case di cura) che hanno bisogno di carichi di potenza diversi nell’arco della giornata o delle stagioni; industrie che hanno bisogno di vettori termici quali vapore per il loro processo produttivo (per es. food & beverage, tessile, farmaceutico, cartario, processi di essicamento come ad esempio granulati, cementifici, ecc.); siti agricoli e di trattamento delle acque reflue alimentati da biogas contenente basse percentuali di metano.

IBT, che in Italia conta oltre 150 installazioni, ha già una importante referenza in Polonia: il primo impianto in Europa con una microturbina Capstone da 1000 kW alimentata a biogas da digestione anaerobica proveniente da biomassa agricola e rifiuti zootecnici installato presso una fattoria nella città di Klepsk (a seguire scheda tecnica dell’impianto).

La tecnologia Capstone - grazie agli oltre 100 brevetti, tra cui quello più famoso che riguarda speciali cuscinetti ad aria che permettono alla turbina di “girare” senza olio - consente di realizzare impianti di cogenerazione (per la produzione combinata di energia elettrica e termica) che garantiscono una riduzione considerevole dell’utilizzo di energia primaria, pari a circa il 30%, con bassi costi di manutenzione e zero emissioni. La tecnologia Capstone si basa su turbine che possono essere alimentate sia a gas (metano, propano e gasolio) che con combustibili rinnovabili (come biogas da discarica o digestione anaerobica).

 

SCHEDA TECNICA IMPIANTO BIOGAS KLEPSK FARM

Cliente finale: Klepsk Farm

Applicazione: impianto di cogenerazione alimentato con biogas da digestione anaerobica proveniente da biomassa agricola e deiezioni animali

Configurazione di sistema: Turbina CR1000 Capstone Grid Connect, kit compressore per trattamento deumidificazione e compressione biogas, modulo di recupero termico fumi/acqua per la produzione di acqua calda a 70°C, quadro elettrico di interfaccia rete e controllo sistema

Combustibile: biogas con 55% CH4

Consumi: 574 mc/h biogas

Potenza elettrica generata: 1000 kWel

Potenza termica generata: 560kWth utilizzando i fumi di scarico di n°2 C200, il calore è utilizzato per facilitare il processo di metanogenesi all’interno del digestore

Ore funzionamento annue: 7000

Dimensioni turbina: 9100 lunghezza x 2400 larghezza x 2900 altezza

Vantaggi tecnologia: assenza lubrificanti; velocità di rotazione variabile; modulazione della potenza dal 10% al 100%; possibilità inseguimento termico o elettrico; emissioni più basse della categoria; bassi costi di manutenzione; operatività anche con biogas con basse % di metano <30%; Elevata resistenza agli agenti corrosivi: H2S < 5000ppmv

Emissioni: CO

Manutenzione ordinaria: ogni 8000 ore


Link

Minini Big Bag

FOTOALBUM