VTN Europe. A different way
Gestione dell'acqua nel contesto della tendenza alla digitalizzazione

Gestione dell'acqua nel contesto della tendenza alla digitalizzazione

Gli sviluppi attuali nel settore della produzione e distribuzione di acqua potabile saranno mostrati in occasione della prossima edizione di IFAT.

La fornitura a pagamento di acqua potabile di alta qualità è uno dei compiti più importanti nel contesto della gestione delle acque. Un presupposto a tale fine è rappresentato dalle innovazioni e novità continue, che assicurano in maniera costante l'elevato standard di questo settore. Gli sviluppi attuali nel settore della produzione e distribuzione di acqua potabile saranno mostrati in occasione della prossima edizione di IFAT. La prossima edizione della fiera leader mondiale per la gestione dell'acqua, delle acque reflue, dei rifiuti e delle materie prime si sarà dal 14 al 18 maggio 2018 presso il quartiere fieristico di Monaco di Baviera. Secondo le osservazioni di Silvia Fritscher, responsabile di progetto di IFAT che si tiene a Monaco di Baviera, già da diversi anni sono sempre di più le innovazioni presentate a IFAT che vengono associate a parole chiave quali digitalizzazione, automazione e acqua 4.0. Una tendenza che si rafforzerà nel 2018.

Sensori di analisi come componenti di rete

"I maggiori progressi nella digitalizzazione del settore dell'acqua potabile si registrano attualmente nei contesti del controllo delle pompe, della tecnologia di misurazione e dell'analisi dell'acqua potabile", afferma Julia Braune. L'amministratrice delegata del gruppo di aziende e di ricerca German Water Partnership (GWP) prosegue: "Mentre il collegamento in rete per il controllo delle pompe è già in una fase ben avanzata, ulteriori grandi potenzialità si possono ricercare nel collegamento completo in rete di componenti di impianti tramite sensori, ad esempio per l'esecuzione di analisi. La comunicazione sempre migliore tra gli impianti di gestione delle acque, come ad esempio fontane, installazioni idriche e reti per l'acqua potabile, consente di ottimizzare tanto la sicurezza dell'approvvigionamento quanto l'efficienza energetica e delle risorse".

Nuove opportunità grazie al "gemello digitale"

Un campo d'azione ancora più ampio per la digitalizzazione consiste nella creazione di un "gemello digitale". Cos'è il gemello digitale? Con questo termine si indica un modello di dati che rappresenta una macchina, un impianto o addirittura un'infrastruttura complessa con tutte le sue informazioni e le sue dipendenze. "Disponendo di un gemello digitale si possono testare e ottimizzare le diverse modalità di funzionamento in maniera assolutamente sicura, nel contesto di simulazioni realistiche": è così che Christian Ziemer, Siemens AG e direttore del gruppo di lavoro acqua 4.0 di GWP, illustra un potenziale campo di applicazione di questa tecnologia nel settore dell'acqua potabile e delle acque reflue.

Individuare ancora meglio le esigenze dei clienti

L'importanza della trasformazione digitale è stata colta dalle amministrazioni comunali di gestione dell'acqua: lo sostengono i risultati di un'indagine condotta dalla Verband Kkommunaler Unternehmen (VKU - associazione che riunisce i gestori comunali) tra i suoi associati: più di due terzi dei gestori riconoscono alla digitalizzazione una rilevanza da elevata a molto elevata. Di conseguenza, un'azienda su due sta già pianificando o implementando una strategia di digitalizzazione. "La digitalizzazione sottolinea i benefici per i clienti e i cittadini come motivazione centrale di tali cambiamenti", ha sottolineato Michael Beckereit. Il Vicepresidente di VKU prosegue: "Attraverso l'analisi di grandi quantità di dati, è possibile comprendere ancora meglio le esigenze dei clienti ed anche i processi in atto. Ciò, a sua volta, fornisce una buona base per lo sviluppo di strategie e prodotti nuovi nel settore dell'acqua potabile, ancora più personalizzati".


VENICE 2018