CAMEC 2021

La National Sword cinese non spaventa

TOMRA Sorting Recycling pubblica un e-book per aiutare le imprese del riciclo ad adempiere agli standard della nuova “National Sword” cinese. Il documento, scaricabile gratuitamente, rassicura gli impianti di riciclo sulla disponibilità di soluzioni tecniche in grado di soddisfare i nuovi requisiti di purezza dei materiali.  

La National Sword cinese non spaventa

TOMRA Sorting Recycling ha pubblicato un e-book contenente consigli su come soddisfare le nuove e severe norme per l'invio di materiali riciclabili in Cina. Il documento risponde alle diffuse preoccupazioni circa gli standard cinesi noti come “National Sword”, presentati per la prima volta all'Organizzazione Mondiale del Commercio nel luglio del 2017 e adottati il 1° marzo 2018, che richiedono livelli di purezza più elevati nei materiali riciclabili che entrano nel Paese. La normativa cinese si dovrebbe ampliare entro la fine di quest’anno fino a comprendere un totale di 16 materiali. Entro la fine del 2019 dovrebbero aggiungersi ulteriori 16 materiali. 

La “National Sword” ha messo in allarme l'industria del riciclo, richiedendo per la gran parte del materiale riciclabile in arrivo in Cina livelli di purezza superiori al 99,5%. Si tratta di un aumento significativo rispetto ai livelli del 90-95% precedentemente accettati, che avrà conseguenze di vasta portata dato che la Cina è il più grande importatore di materiale da riciclo al mondo.

L'e-book di TOMRA spiega perché, per le aziende che cercano di soddisfare i nuovi standard, impiegare più operatori manuali non è un'opzione sostenibile e perché le soluzioni meccaniche basate su sensori sono finanziariamente più intelligenti. La pubblicazione - intitolata “National Sword – No Need for Fear!” è disponibile online all'indirizzo: https://leads.tomra.com/ebook/press/ e scaricabile gratuitamente.

L'esportazione di materiali riciclabili sarà ora più costosa

L'e-book di TOMRA si apre con un’analisi della situazione attuale, nella quale si avvisa che non sarà pratico per gli impianti di rottamazione e riciclo cercare un singolo Paesi sostitutivo per l'esportazione dei rifiuti. È probabile che gli impianti di riciclo si trovino a dover suddividere le esportazioni di rifiuti tra più Paesi, con un conseguente aumento dei costi di vendita. Si possono prevedere aumenti anche dei costi di trasporto, in quanto le navi che trasportano rifiuti in Cina sono solitamente in grado di effettuare un viaggio di ritorno conveniente, carico di beni di consumo, mentre le navi che si recano in altri Paesi spesso richiedono un pagamento supplementare per il ritorno a vuoto.

La risposta a questa nuova sfida è migliorare la qualità dei materiali riciclabili eliminando più impurità.

Un metodo a breve termine per aumentare i livelli di purezza con le attrezzature di riciclo esistenti è rallentare il nastro e aggiungere operatori alla fase finale di cernita. Questo approccio può sembrare interessante perché richiede pochi investimenti iniziali, ma nel tempo aumenta in modo significativo i costi operativi. L'aggiunta di due o tre operatori può facilmente gonfiare i costi di lavorazione annuali di 82.000 euro o più, e una velocità di lavorazione più bassa ridurrà la produttività e il reddito.  

Aggiornare le apparecchiature è la cosa più sensata

Una soluzione migliore consiste nell'aggiornare la linea di riciclo aggiungendo tecnologie moderne alla configurazione esistente o costruendo un nuovo impianto. Questo ridurrà il numero di operatori manuali necessari, consentendo un utilizzo più efficiente della forza lavoro per ridurre le spese generali e i costi operativi a lungo termine. Il costo degli investimenti in nuove attrezzature viene rapidamente recuperato grazie all'aumento della produttività.

L'e-book riconosce che alcuni aggiornamenti delle apparecchiature richiedono componenti aggiuntivi della linea completi e maggiore spazio, mentre altre tecnologie possono essere aggiunte alle apparecchiature esistenti nel circuito con requisiti minimi di spazio e bassi costi di installazione. Ad esempio, il nuovo sistema LOD (Laser Object Detection) di TOMRA può essere montato sulla stessa piattaforma dei sistemi AUTOSORT e FINDER per rilevare materiali come plastiche nere, gomma e vetro. Il sistema LOD può anche rimuovere i circuiti stampati (PCB) - e la tecnologia laser di TOMRA aumenta gli attuali livelli di purezza dei circuiti fino al quattro per cento, consentendo ai riciclatori di rottame di raggiungere i requisiti di purezza cinesi senza aumentare significativamente il consumo energetico e i costi.   

Per i prodotti non ferrosi zurik e zorba, le operazioni di scarto possono raggiungere i livelli di purezza della National Sword con le tecnologie combinate delle macchine TOMRA X-TRACT e COMBISENSE. Passando la zorba attraverso un'unità di trasmissione a raggi X per separare l'alluminio dai metalli pesanti, X-TRACT può raggiungere una purezza dell'alluminio del 98-99%. Dai restanti metalli pesanti, COMBISENSE estrae poi preziosi frammenti di rame, ottone e metalli grigi.

A complemento di queste macchine, la tecnologia avanzata di selezione LIBS (laser-induced breakdown spectroscopy) di TOMRA utilizza un laser in grado di monitorare l'intera larghezza del nastro, eliminando la complessa e costosa necessità di separare i materiali in singole corsie. Nella separazione di diverse leghe di alluminio lavorate, questo consente una precisione di selezione del 99% di purezza (o superiore) con una resa elevata da tre a sette tonnellate l'ora.

Tom Eng, Senior Vice President e responsabile della divisione Recycling di TOMRA, ha commentato: "La National Sword è stata comprensibilmente una fonte di grande preoccupazione per molte imprese di riciclo, in particolare per quelle che non hanno ancora raggiunto livelli di purezza così elevati. L'e-book di TOMRA affronta questa sfida e dimostra che le soluzioni tecniche necessarie esistono già. Investire in nuove tecnologie consentirà alle imprese di conformarsi alle nuove normative più severe, sia che provengano dalla Cina o da altre parti del mondo. Inoltre, i clienti pagheranno alle imprese di riciclo un prezzo più alto per un prodotto di qualità superiore".


Link

Minini Big Bag

FOTOALBUM