CAMEC tecnologie riciclaggio rifiuti
L’impianto di selezione automatica di rifiuti di Tolentino

L’impianto di selezione automatica di rifiuti di Tolentino

PAL, a seguito dell’aggiudicazione dell’appalto bandito da COSMARI, ha ultimato il progetto chiavi in mano per la realizzazione nella sede a Tolentino di un nuovo impianto di selezione delle frazioni carta/cartone e multimateriale leggero dei rifiuti urbani della provincia di Macerata.

La linea di selezione è progettata per poter gestire i diversi materiali lavorando su lotti e dovrà trattare fino a 7,0 t/h di materiale plastico/multimateriale leggero, oppure 8,0 t/h di carta/cartone.

L’impianto prevede un’operatività su due turni giornalieri di 8 ore, garantendo una capacità complessiva di trattamento fino a un massimo di 30.000 tonnellate annue, di cui circa 13.000 di multimateriale e 17.000 di materiali cartacei.

Per raggiungere tale obiettivo sono state fornite, tra le altre, le seguenti principali apparecchiature: 

  • 1 Lacera sacchi
  • 2 Separatori magnetici
  • 2 Separatori a correnti indotte
  • 3 Selettori ottici
  • 2 Vagli a tamburo rotante
  • 1 Vaglio balistico a doppio stadio
  • 2 Cabine di selezione
  • 1 Pressa imballatrice
  • 40 Nastri trasportatori
  • 130 t di strutture metalliche

L’appalto comprende inoltre la fornitura di tutti i trasporti di collegamento tra le varie macchine, l’installazione meccanica, la fornitura e posa dei quadri e del cablaggio bordo macchina, il sistema di aspirazione.

Il processo produttivo per entrambe le tipologie di materiale si svolgerà nella stessa area produttiva, a cui afferiranno sia le raccolte dei materiali cartacei che delle plastiche.

L’obiettivo del Committente è la selezione di tali materiali per la successiva consegna ai consorzi CO.RE. PLA. (per le plastiche) e COMIECO (per il cartone). Verranno inoltre recuperati gli ulteriori materiali derivanti dalla selezione: carta, tetrapak, materiali metallici ferrosi, materiali metallici non ferrosi, eventuali altre frazioni.

Fasi della selezione del multimateriale plastico

1 Rimozione a terra di materiali ingombranti e alimentazione della lacerasacchi

2 Separazione mediante vaglio rotante delle frazioni: piccola (Φ < 100 mm), media (100 mm < Φ < 300 mm) e ingombrante (Φ > 300 mm)

3 lezione frazione piccola: rimozione materiali ferrosi per mezzo di magnete, aspirazione di corpi leggeri, ulteriore vagliatura con un secondo vaglio rotante, rimozione dei metalli non ferrosi con separatore a correnti indotte, selezione delle plastiche con lettore ottico.

4 Selezione frazione media: aspirazione di corpi leggeri, divisione dei materiali rotolanti e piatti tramite il vaglio balistico, rimozione dei metalli non ferrosi con separatore a correnti indotte, selezione delle plastiche, dei PET/PE per mezzo di due lettori ottici.

5 Selezione manuale della frazione ingombrante e controllo qualità

Fasi della selezione della carta e del cartone

1 Rimozione a terra di materiali ingombranti ed alimentazione della lacera sacchi.

2 Separazione mediante vaglio rotante delle frazioni: piccola (Φ < 100 mm), media (100 mm < Φ < 300 mm) e ingombrante (Φ > 300 mm).

3 Selezione frazione piccola: rimozione materiali ferrosi per mezzo di magnete, aspirazione di corpi leggeri, ulteriore vagliatura con un secondo vaglio rotante, rimozione dei metalli non ferrosi con separatore a correnti indotte, selezione del tetrapak con lettore ottico.

4 Selezione frazione media: aspirazione di corpi leggeri, divisione dei materiali rotolanti e piatti tramite il vaglio balistico, rimozione dei metalli non ferrosi con separatore a correnti indotte, selezione di carta, cartone e tetrapak per mezzo di due lettori ottici.

5 Selezione manuale della frazione ingombrante e controllo qualità.


Cesaro Mac Import Doppstadt Allreco Sennebogen MTB Tiger Depack Il Girasole

FOTOALBUM