INDECO
CAMEC 2021
Ogni europeo ha prodotto 475 kg di rifiuti nel 2014 (di cui il 44% è stato riciclato o compostato)

Ogni europeo ha prodotto 475 kg di rifiuti nel 2014 (di cui il 44% è stato riciclato o compostato)

Nell'Unione europea (UE), la quantità di rifiuti urbani prodotti a persona nel 2014 è stata pari a 475 kg, con un calo del 10% rispetto al suo picco di 527 kg per persona nel 2002. Dal 2007, quindi, la produzione di rifiuti urbani a persona è costantemente diminuita, arrivando ad un livello medio pari alla metà degli anni '90.

Dei 475 kg di rifiuti urbani prodotti a persona nella Unione Europea nel 2014, 465 kg a persona sono stati avviati a trattamento. Questo trattamento ha seguito diversi metodi: il 28% è stato riciclato, un altro 28% smaltito in discarica, il 27% incenerito e il 16% compostato. La quota di rifiuti urbani riciclati o compostati nell'UE è costantemente aumentata nel periodo di tempo, dal 17% nel 1995 al 44% nel 2014. 

I dati sono presenti in un rapporto Eurostat appena diffuso. 

       
GEO/TIME 2004 2014  
EU-27 513 475  
       
Denmark 620 759  
Switzerland 660 730  
Cyprus 684 626  
Germany 587 618  
Luxembourg 679 616  
Malta 623 600  
Ireland 737 586  
Austria 574 565  
Netherlands 599 527  
France 519 511  
Greece 436 510  
Italy 540 488  
Finland 469 482  
United Kingdom 602 482  
Portugal 445 453  
Bulgaria 599 442  
Sweden 460 438  
Spain 600 435  
Belgium 485 435  
Lithuania 373 433  
Slovenia 485 432  
Norway 414 423  
Turkey 440 405  
Croatia 304 387  
Hungary 454 385  
Estonia 445 357  
Iceland 503 345  
Slovakia 261 321  
Czech Republic 279 310  
Latvia 318 281  
Poland 256 272  
Romania 349 272  
       

Danimarca, Cipro, Germania e Lussemburgo sono le nazioni che producono più rifiuti pro capite

La quantità di rifiuti urbani generati varia in modo significativo in tutti gli Stati membri dell'UE. Con meno di 300 kg per persona, la Romania (sulla base dei dati 2013), la Polonia e la Lettonia presentano i valori più bassi di rifiuti prodotti nel 2014, seguite dalla Repubblica Ceca e Slovacchia (entrambi poco più di 300 kg a persona). All'estremità opposta della scala, la Danimarca (759 kg per persona) ha la più alta quantità di rifiuti prodotti nel 2014, seguita da Cipro, Germania e Lussemburgo con importi inferiori, ma superiori a 600 kg per persona, e Malta, Irlanda (dati 2013), Austria, Paesi Bassi, Francia e Grecia, con valori compresi tra 500 e 600 kg per persona.

Va notato che differenti modalità di raccolta dei rifiuti urbani spiegano parte delle differenze tra Stati membri.

Quasi due terzi dei rifiuti urbani sono riciclati o compostati Germania

I metodi di trattamento dei rifiuti differiscono in modo sostanziale tra i Stati membri. Nel 2014, quasi la metà dei rifiuti urbani trattati è stata riciclata in Slovenia (49%) e Germania (47%). Il compostaggio è più comune in Austria (32%), seguita dai Paesi Bassi (27%) e in Belgio (21%). Riciclaggio e compostaggio sommati insieme arrivano a quasi i due terzi (64%) di trattamento dei rifiuti in Germania, seguita dalla Slovenia (61%), l'Austria (58%), il Belgio (55%) e i Paesi Bassi (51%).
Almeno la metà dei rifiuti urbani trattati nel 2014 è stato incenerito in Estonia (56%), Danimarca (54%), Finlandia e Svezia (entrambe 50%), mentre le quote più elevate di rifiuti urbani in discarica sono state registrate in Lettonia (92%) , Malta (88%), Croazia (83%), Romania (82% nel 2013), Grecia (81% nel 2013), Slovacchia (76%), Cipro (75%) e Bulgaria (74%).


Minini Big Bag