NLMK Acciaio Quard

RAEE, modifiche in arrivo

Pubblicata la legge UE 2018 che modifica il Dlgs 49/2014 per quanto riguarda il finanziamento e il marchio del produttore.

RAEE, modifiche in arrivo

È stata recentemente pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge 3 maggio 2019, n. 37 Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2018. (19G00044). La disciplina, che entrerà in vigore il prossimo 26 maggio 2019, prevede delle modifiche al Decreto legislativo 49/2014, in conformità alla Direttiva sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) 2012/19/UE.

Il primo cambiamento prevede l’obbligo per i produttori di comunicare a Ispra i dati sui RAEE ricevuti presso distributori, impianti di raccolta e trattamento, e quelli derivanti da raccolta differenziata.

La seconda modifica riguarda il finanziamento dei RAEE domestici: viene eliminato il rimborso del contributo ai produttori di AEE per i rifiuti elettrici ed elettronici avviati al trattamento al di fuori dei sistemi collettivi.

La terza modifica prevede che se per motivi legati alle dimensioni o al funzionamento del prodotto è impossibile apporre il marchio del produttore e il simbolo sull’apparecchiatura elettronica, questi debbano essere apposti sull’imballaggio, sulle istruzioni per l’uso, e - novità rispetto alla versione precedente - sulla garanzia, anche in formato digitale.

Per leggere il testo integrale della legge vai a questo link: http://bit.ly/2HvCDKj

LEGGI ANCHE: IERC 2019, OLTRE 450 RAPPRESENTANTI AL CONVEGNO INTERNAZIONALE SUL RICICLAGGIO DEI RAEE

LEGGI ANCHE: IMPIANTO PER IL TRATTAMENTO DEI MOTORI ELETTRICI


Ecomondo 2019