NLMK Acciaio Quard
Camec
Il recupero bio delle MPS secondo Petroltecnica

Il recupero bio delle MPS secondo Petroltecnica

Tecnologie di risanamento biologico su piattaforme integrate di trattamento.

Petroltecnica SpA ha sviluppato nel corso degli anni una metodica industriale per il recupero dei terreni contaminati da inquinanti organici, prevalentemente idrocarburi, basata sulla tecnologia di risanamento biologico denominata Biopila. La tecnologia consente di trattare i terreni provenienti da siti contaminati con la qualifica di rifiuto e recuperarli come materia prima seconda per il loro riutilizzo come aggregati destinati a sottofondo statale o ripristino di scavi aperti su siti a destinazione industriale/commerciale o Verde pubblico/residenziale.

La realizzazione di un impianto di biopila su scala industriale da parte di Petroltecnica fa parte di un progetto di più ampio respiro che permette di trattare la maggior parte dei rifiuti provenienti da industria petrolifera e petrolchimica su una piattaforma ad hoc attrezzata per il deposito temporaneo con trattamento o recupero. La piattaforma di trattamento è costituita da un impianto autorizzato allo smaltimento e al recupero di diverse tipologie di rifiuti (373 CER) classificati come “speciali pericolosi” o “speciali non pericolosi” provenienti da cicli industriali e conferiti presso l’impianto da diversi produttori/clienti in virtù dell’Autorizzazione Integrata Ambientale in essere. 

A seconda della tipologia di rifiuto da trattare vengono utilizzate le tecnologie più idonee corrispondenti a specifiche linee di trattamento, ciascuna delle quali è in grado di ridurre il volume e la quantità del rifiuto in ingresso, trasformandolo in una materia prima seconda e in un eventuale residuo che viene inviato in discarica come rifiuto.

La Biopila costituisce la linea di trattamento che consente di recuperare il 100% del rifiuto in ingresso senza rifiuti residui con il più basso impatto di consumi energetici legati al processo. Questa caratteristica conferisce alla nostra tecnologia la piena titolarità a far parte di quel circolo virtuoso e sostenibile che viene comunemente definito come economia circolare. Un ente terzo certifica la idoneità delle MPS in uscita dal trattamento tramite la certificazione CE in base alla normativa vigente.

Il contenuto innovativo e sostenibile delle tecnologie utilizzate si avvalora del vantaggio logistico della gestione in loco dei rifiuti da trattare che comporta una sensibile riduzione dei trasporti su strada, con un importante risparmio economico e di anidride carbonica rilasciata in atmosfera.


Iscriviti newsletter

FOTOALBUM